Pronti ad accoglierti anche nell’emergenza

Il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico è pronto a realizzare un nuovo Dipartimento Emergenza e Accettazione per Roma. Un pronto soccorso a misura d’uomo, all'avanguardia e attento alle fragilità. Sei pronto a sostenerlo?


35

Raccolti


3

Donazioni


Condividi la campagna

Il progetto

Un nuovo Pronto Soccorso a Roma

Il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico prevede l’ampliamento delle sue attività entro il 2020 con la realizzazione e l’avvio del DEA di I livello su una zona urbana di Roma attualmente poco servita da strutture di Pronto Soccorso, con un bacino di utenza potenziale di circa 300.000 persone, che include anche tutto il territorio circostante in direzione sud-ovest fin quasi al litorale.

I punti di forza della struttura

I punti di forza principali della struttura, oltre ad essere certamente caratterizzata da postazioni e strumentazioni moderne e tecnologiche, saranno l’OBI e la Holding Area. Il primo un locale ad hoc per l’osservazione breve intensiva, la seconda uno spazio dedicato al passaggio del paziente tra il momento del controllo a quello della dimissione o ricovero. Entrambi questi ambienti risponderanno alla “centralità” della persona, a cui saranno garantiti riservatezza e comfort adeguati. Punto di differenza con le altre strutture di Pronto Soccorso anche l’attenzione alle persone fragili, tra cui donne vittime di violenza e bambini, ai quali saranno dedicati spazi appositi, come “box rosa” e “box pediatrici”.
Il progetto di raccolta fondi è relativo all'acquisto di alcune strumentazioni cliniche nevralgiche per il Dea di primo livello: una culla termica per il box pediatrico 18.300 €; un ventilatore carrellato per i codici rossi 26.840 €; una barella per il box infetti e immunodepressi 5.124 €.

Centralità del paziente

La progettazione degli spazi tiene conto dell’evoluzione della funzione del Pronto Soccorso, passato da luogo di rapido inquadramento ed eventuale ricovero a spazio di definizione diagnostica approfondita e permanenza prolungata.
In particolare, la presenza di una Radiologia dedicata e innovativa, con una TC 300 strati, e la vicinanza alle Sale Operatorie, all’Emodinamica, all’Endoscopia Digestiva e alla Radiologia Interventistica rendono concreta la centralità del paziente, riducendone al massimo gli spostamenti e garantendogli un trattamento diagnostico tempestivo ed efficace anche nell’emergenza.
Obiettivo del progetto: sviluppare un nuovo concetto di pronto soccorso come luogo che si caratterizza, oltre che per la qualità delle cure, per un'accoglienza e un'assistenza rispettosa della persona e delle sue fragilità.

 

I sostenitori

avatar

Giovanna Vilia

avatar

Donazione da App

avatar

Anonimo

Storie

18/11/19

Le tappe del nostro progetto

Scopri di più

Agevolazioni fiscali

Le donazioni alla campagna sia di privati che di imprese godono delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa italiana: deduzione dal reddito imponibile o detrazione dall'imposta. L'estratto conto da cui risulti il bonifico o la transazione effettuata con carta di credito ha valore di ricevuta.